mercoledì 23 maggio 2018

Come va la ricarica degli acquiferi carbonatici?




“Siamo al 23 maggio e dall’inizio del mese le piogge sono state soddisfacenti. A Montevergine sono caduti 119 mm in maggio e 856 mm dall’inizio del 2018. Al Lago Laceno sui Monti Picentini sono caduti 125 mm in maggio e 942 mm dall’inizio del 2018. Più della metà della ricarica idrica annua in 5 mesi”.

“La risorsa idrica si è ricostituita per cui – afferma il Prof. Franco Ortolani – in estate le sorgenti erogheranno acqua necessaria all’uso potabile, irriguo, industriale e per garantire la portata minima fluviale dove le captazioni non prelevano la quasi totalità dell’acqua sorgiva”.

“Naturalmente rimane il grave problema della dispersione idrica dalle reti acquedottistiche, dal 40 al 50 % mediamente, che è intollerabile e sulla quale le amministrazioni pubbliche non sono intervenute drasticamente ed energicamente”.

Stando ai dati in possesso del Professore Ortolani, per la prossima estate non ci dovrebbere essere grossi problemi di approvvigionamento. Una notizia di non poco conto se si considera che l’irpinia è stata fino a pochi mesi fa in piena emergenza idrica. La natura tende una mano, speriamo che la politica ne approfitti individuando le risorse necessarie per avviare l’ammodernamento della rete idrica!

di Franco Ortolani, senatore M5S.

Nessun commento:

Posta un commento