domenica 19 novembre 2017

Visita al depuratore di Mercato San Severino



Stamattina sono stato a Mercato San Severino dove si è tenuta la manifestazione promossa dal M5S "un albero per il futuro". Sono stati piantati 200 alberi con la partecipazione di tanti cittadini.
Nel corso dell'evento ho conosciuto uno dei responsabili dell'impianto, ho avuto modo di porgli alcune domande e visitare la sezione finale dell'impianto, proprio quella che, dopo l'ultima fase di lavorazione, convoglia le acque nel torrente Solofrana.
Mi è stato spiegato che il colore non sarà mai perfettamente trasparente ma ciò non interferisce sull'ambiente. In effetti, attraverso la "prova del secchio", si può
constatare che l'acqua è quasi trasparente ma le condizioni di luce e il fondo del canale la "scuriscono".
L'impianto ha una capacità di trattamento pari a 2.000 metri cubi all'ora. Quando la portata aumenta (ad esempio in caso di pioggia), purtroppo, i reflui in eccesso non possono che essere deviati nel torrente senza alcuna possibilità di trattamento. Il problema è la rete fognaria mista. Se vi fosse un sistema fognario "smart", ovvero una rete dedicata alle "acque nere" e una dedicata a quelle "bianche", ci sarebbe la possibilità di limitare il carico inquinante per i fiumi in quanto solo le acque meteoriche verrebbero deviate nel corpo ricettore mentre i reflui civili e industriali seguirebbero il regolare trattamento di depurazione.
Purtroppo i comuni continuano a realizzare i nuovi tratti della propria rete fognaria secondo la vecchia metodologia. Montoro è uno di questi!
Se non si rottamano i decisori politici, questa sarà la situazione che ci ritroveremo anche in futuro.



Nessun commento:

Posta un commento