giovedì 30 novembre 2017

Bonus migranti in Irpinia. Facciamo il punto



Il Decreto Fiscale legato alla Legge di bilancio 2017 “Misure urgenti a favore dei Comuni in materia di accoglienza”, ha previsto un contributo una tantum per i Comuni che hanno ospitato dei migranti nel corso del 2016.
500 euro per ciascun migrante ospitato. A tanto ammonta il contributo economico che è stato erogato ai comuni impegnati nell’accoglienza dei richiedenti asilo. Soldi che sono entrati direttamente nelle casse comunali e che sono a completa disposizione delle città.
Si tratta di una misura che dà ossigeno alle finanze dei Comuni, che possono utilizzare queste risorse per dare risposte ai cittadini negli ambiti che le Amministrazioni ritengono prioritarie. I fondi necessari sono stati stanziati con la legge di bilancio dello Stato e si basano sulle presenze in tutte le diverse tipologie
di centri di accoglienza (centri di prima accoglienza, strutture temporanee e Sprar).
Secondo una stima basata sulle informazioni in mio possesso in provincia di Avellino sono arrivati più di 1.200.000 euro. Ecco nel dettaglio la ripartizione per i comuni tenendo presente, però, che i trasferimenti sono determinati sulla base della situazione al 24 ottobre 2016 e che, non avendo dati relativi alle strutture di accoglienza, il numero dei migranti accolti da ciascun comune è stimato in relazione alle somme essi assegnate ai comuni. 
Sarebbe interessante capire se (e come) le Amministrazioni comunali abbiano impiegato queste risorse. Al Comune di Montoro abbiamo proposto di usarle per aiutare le famiglie in difficoltà (leggi la proposta). 




Nessun commento:

Posta un commento