Terni: emergenza tetracloroetilene risolta in un anno

Fontana dei Leoni. foto di Giuseppe Aufiero


A un anno dalla scoperta del tetracloroetilene nell'acqua riaprono i pozzi.
Hanno risolto con un investimento di 300 mila euro, ovvero con l’installazione di due batterie di filtri di ultima generazione che assicurano la salubrità dell’acqua e la depurazione continua.

Per l'emergenza tetracoloroetilene Montoro-Solofra hanno preventivato oltre un milione di euro solo per la caratterizzazione che non è mai partita, e sono ormai tre anni!

Di seguito il testo dell'articolo di un giornale locale:


TERNI – Torneranno in funzione fra pochi giorni dopo un intervento per l’installazione di nuovi filtri i pozzi in località San Martino a Terni. Il Servizio Idrico Integrato ha effettuato un intervento per l’installazione di due nuove batterie di di filtri di ultima generazione che assicurano la salubrità dell’acqua e la depurazione continua, per un costo di oltre 300 mila euro.
Con i nuovi sistemi sarà ufficialmente superata l’emergenza del dicembre scorso, dovuta alla presenza di tetracloroetilene, e pressoché eliminata, grazie all’ampio spettro dei filtri, la possibilità di nuove infiltrazioni di sostanze non conformi e che potrebbero potenzialmente avere ricadute sulla salute.  L’intervento ha portato ad una automatizzazione dei pozzi e dei sistemi di filtraggio, che  saranno ora vigilati in continuo dal sistema di tele controllo che permetterà il recupero di una grande quantità di acqua quantificabile in 80 listri al secondo.
“In questo periodo – dichiara il direttore generale del Sii Paolo Rueca – è stato fatto un grande lavoro insieme ad Asm per ridare equilibrio al sistema riuscendo in modo molto efficace a sopperire anche alla carenza di piogge dovute al periodo estivo. L’installazione delle nuove batterie di filtri ci consentirà di superare i problemi e di continuare a garantire ai cittadini servizi sicuri, efficienti e moderni”.

Commenti