sabato 26 novembre 2016

#SarnoTour - Revolution



Il 27 novembre 2016 si terrà un tour per verificare ansa dopo ansa la condizione di quello che viene definito il fiume più inquinato di Europa.
Il 2015 era l’anno indicato dall’Unione Europea per il recupero, quantomeno parziale, del Sarno. La Commissione europea, nel 2014, con un investimento di oltre 250 milioni di euro del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) per ripristinare e recuperare il bacino del Sarno, uno dei «grandi progetti» della Regione Campania.

L’iniziativa puntava a preservare la sicurezza e la salute a lungo termine delle 900mila persone che vivono nell’area, e che negli ultimi vent’anni sono state ripetutamente colpite da gravi alluvioni, con morti e perdite economiche.
Prevista nelle opere di ripristino la realizzazione di un sistema idraulico per ridurre in modo significativo i rischi di alluvione e l’adozione di misure di protezione e riqualificazione ambientale.

L’obiettivo sembra ancora molto lontano, e il progetto Grande Sarno corrisponde alle necessità del territorio?


Presto organizzaremo un #SolofranaTour. 

Nessun commento:

Posta un commento