martedì 3 luglio 2018

🐶🐾 RANDAGISMO E REGOLAMENTO DEL BENESSERE DEGLI ANIMALI

Canile di Montoro - 25 luglio 2015


Negli ultimi mesi ci siamo occupati di randagismo, canile comunale e del benessere degli animali.

Abbiamo proposto al Sindaco Bianchino diverse iniziative volte a contrastare il fenomeno dell'abbandono degli animali d'affezione, iniziative che coinvolgono anche il Canile Intercomunale di Montoro e le associazioni animaliste del territorio per favorire le adozioni. Infine abbiamo chiesto l’approvazione, da parte del Consiglio Comunale, di un Regolamento per la Tutela ed il Benessere degli Animali consegnando al sindaco una bozza di regolamento.

Il Documento, frutto della collaborazione con Volontari ed Associazioni Animaliste, nasce dalla volontà di sostenere ed incoraggiare, nel territorio, la presenza e la cura degli animali e di promuovere il principio di corretta convivenza e rispetto nei loro confronti.

MontoroVirtuosa ritiene fondamentale l’approvazione del Regolamento, in quanto, la tutela degli animali rappresenta un importante strumento per la promozione del rispetto e della tolleranza verso tutti gli esseri viventi ed in particolare verso i più deboli.

Il documento, oltre a contenere disposizioni finalizzate al benessere degli animali, detta norme utili alla prevenzione e alla repressione di atti di crudeltà verso gli stessi ed il loro abbandono.

In linea con quanto previsto dalla Dichiarazione Universale dei Diritti degli Animali e da numerose altre normative nazionali ed internazionali, il suddetto regolamento ha come scopo principale quello di assicurare, a tutte le specie animali, un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche, fisiologiche ed etologiche. A tale scopo, il documento delinea con chiarezza gli obblighi e i doveri dei detentori, sia verso l’animale che verso l’ambiente.

Auspichiamo che ci sia la reale volontà, da parte di tutto il Consiglio Comunale, di dotare il Comune di Montoro di uno strumento fondamentale per la tutela degli animali ed indispensabile per una comunità civile e che la proposta venga discussa e votata al più presto.

#MontoroVirtuosa #Cani #Animali #canile #randagi #regolamento #protezione #difesa #civiltà

martedì 26 giugno 2018

RioLaura – vasca di laminazione di Mercato San Severino

Questo video descrive la situazione ricorrente dei torrenti che confluiscono nella vasca di laminazione di Mercato San Severino.

Il torrente Solofrana è quasi sempre in secca; il Rio Laura, invece, registra una portata costante e una cattiva qualità delle acque a causa di diversi sversamenti.



Si può notare il colore scuro delle acque provenienti da uno scarico, acque che finiscono nel RioLaura, affluente del Solofrana.

Immagini del 24 giugno 2018

martedì 12 giugno 2018

Lavori di pubblica utilità per disoccupati: il Comune di Montoro tra gli enti finanziati




Via libera dalla Regione Campania al finanziamento per le misure di politica attiva al lavoro: attività di pubblica utilità. Sono 38 gli enti campani che beneficeranno della misura attraverso progetti di cura del patrimonio, promozione e sicurezza del territorio, aggiornamento banche dati, recupero archivi e solidarietà sociale.
I destinatari sono ex percettori di ammortizzatori dal 2014, attualmente senza reddito. Percepiranno un’ indennità di 580 euro/mese per un impegno di 20 ore settimanali per 6 mesi. I requisiti fondamentali per poter accedere a tale misura poggiavano sull’obbligo di essere residenti o domiciliati in Regione Campania, essere ex percettori di indennità di sostegno al reddito nel periodo che andava dal 2014 al 2017 ed essere attualmente disoccupati ma comunque iscritti al Centro per l’Impiego.  
In provincia di Avellino sono 14 i comuni destinatari delle misure di politiche attive sul lavoro: 
Bonito, Montoro, Calabritto, Avellino (Consorzio dei Servizi Sociali A5), Manocalzati, Lioni, Savignano Irpino, Castel Baronia, Sturno, Andretta, Monteforte Irpino, Candida, Grottaminarda, Roccabascerana.

Lavoro


Ecco nel dettaglio i progetti e fondi destinati ad ogni comune:
Avellino (Consorzio dei Servizi Sociali A5): “Re Vita”, 33 lavoratori per 125.785,44 euro
Lioni:  “Progetto per la valorizzazione del patrimonio pubblico urbano”, 18 lavoratori per 65.356,20 euro
Grottaminarda: “Valorizzazione aree verdi”, 18 lavoratori per 65.087,12 euro
Montoro: “Piazze pulite 2.0”, 18 lavoratori per 63.511,63 euro
Calabritto: “Servizio di monitoraggio strade comunali”, 15 lavoratori per 54.572,60 euro
Andretta: “APU”, 13 lavoratori per 48.645,61 euro
Manocalzati: “Futura”, 8 lavoratori per 29.725,92 euro 
Monteforte Irpino: “Decoro e vivibilità”, 6 lavoratori per 23.081,04 euro
Roccabascerana: “Verde”, 5 lavoratori per 18.229,20 euro
Sturno: “Vivere il territorio”, 3 lavoratori per 13.442, 52 euro
Castel Baronia: “Paese pulito”, 3 lavoratori per 11.305,02 euro
Bonito:  “Lavora per te”, 2 lavoratori per 7.379,40 euro
Candida: “Richiami di coesione sociale”, 2 lavoratori per 7.324,50 euro
Savignano Irpino: “La salvaguardia per il territorio”, 1 lavoratore per 5.000 euro


fonte

lunedì 11 giugno 2018

Il Comune di Tramonti dice basta ai fuochi con il “biotrituratore”!



Il compostaggio è alla portata di tutti a Tramonti. Per combattere i fumi derivanti dalla diffusa pratica di bruciare gli scarti vegetali è in funzione, da qualche giorno, il “biotrituratore“, macchinario acquisito dal Comune che, con apposita convenzione, verrà affidato a chi ne farà richiesta.
La novità – di cui saranno contenti specialmente gli ambientalisti – è approdata in tv, al Tg3 Regionale Campania, in un servizio andato in onda ieri sera a cura dell’inviato Enzo Ragone.
«Così si evita di inquinare e si continua a respirare aria pura», dice alle telecamere Giuseppe Giordano, coltivatore diretto che ha ospitato la troupe del Tg Regionale nel suo giardino in località Pietre per testare, insieme ai volontari della Pubblica Assistenza “I Colibrì”, il funzionamento del piccolo macchinario.






Il Comune di Tramonti si conferma ancora una volta in prima linea nella tutela ambientale: è stato, infatti, il primo comune campano ad acquistare un macchinario da mettere a disposizione dei cittadini per consentire loro di smaltire gli scarti senza inquinare

domenica 10 giugno 2018

“Verso l’Arco”, l’escursione al monumento geologico solofrano.


Il 9 giugno ho avuto il piacere di partecipare all'escursione organizzata da attivisti e cittadini di Solofra. "L’ascesa verso l’Arco naturale" un'escursione che vuole far conoscere la bellezza dei sentieri presenti e che si snodano nelle nostre montagne.
Sentieri ricchi di storia e tradizioni, luoghi in cui si svolgevano lavori antichi che stringevano in un stretto legame l’uomo e la montagna, simbolo di fatica e sostentamento.
Tutto questo per rinnovare fino ai giorni nostri il rispetto e l’amore dei boschi risorsa ed opportunità.

Di seguito il comunicato delle Associazioni organizzatrici.

Primavera della mobilità dolce, per una fruizione sostenibile e rispettosa dei vecchi sentieri della valle solofrana, ricchi di storia e tradizioni. 
L’impegno per il riconoscimento cartografico ufficiale del sentiero che all’Arco naturale, monumento geologico del Parco regionale dei Monti Picentini. 
Sabato 9 giugno 2018 gli amanti dell’escursionismo sono invitati all’evento “Verso l’Arco”, nell’ambito della “Primavera della Mobilità Dolce” lanciata da A.Mo.Do.(Alleanza della Mobilità Dolce), di cui Legambiente è fondatrice, per scoprire e promuovere il territorio in maniera slow e dare visibilità ai sentieri ed alle aree protette del Parco Regionale dei Monti Picentini, per una fruizione dolce del paesaggio.
“L’ascesa verso l’Arco naturale, monumento geologico che insiste nel comune di Solofra – dichiara Antonio Giannattasio, Presidente del Circolo Legambiente “Valle Solofrana” Solofra-Montoro – ha l’obiettivo di far conoscere e sottolineare la bellezza dei sentieri presenti e che si snodano nelle nostre montagne. Sentieri ricchi di storia e tradizioni, luoghi in cui si svolgevano lavori antichi che stringevano in un stretto legame l’uomo e la montagna, simbolo di fatica e sostentamento. Tutto questo per rinnovare fino ai giorni nostri il rispetto e l

giovedì 24 maggio 2018

22 maggio 2018: il Consiglio comunale di Montoro approva il regolamento sugli istituti di partecipazione popolare



Il 22 maggio il Consiglio comunale di #Montoro ha approvato il regolamento sugli istituti di partecipazione popolare.

Un risultato ottenuto grazie all’impegno dell’Associazione Montoro Virtuosa che, a più riprese, ha chiesto l’approvazione del regolamento sia al Sindaco Bianchino che al Difensore civico regionale.
Con il regolamento della partecipazione viene finalmente riconosciuto il diritto di utilizzare strumenti quali mozioni, istanze, petizioni, proposte e referendum, per poter direttamente partecipare alla vita politica della propria città.

Per saperne di più visita il nostro sito internet: https://bit.ly/2s4N012

#democraziadiretta #MontoroVirtuosa

mercoledì 23 maggio 2018

Come va la ricarica degli acquiferi carbonatici?




“Siamo al 23 maggio e dall’inizio del mese le piogge sono state soddisfacenti. A Montevergine sono caduti 119 mm in maggio e 856 mm dall’inizio del 2018. Al Lago Laceno sui Monti Picentini sono caduti 125 mm in maggio e 942 mm dall’inizio del 2018. Più della metà della ricarica idrica annua in 5 mesi”.

“La risorsa idrica si è ricostituita per cui – afferma il Prof. Franco Ortolani – in estate le sorgenti erogheranno acqua necessaria all’uso potabile, irriguo, industriale e per garantire la portata minima fluviale dove le captazioni non prelevano la quasi totalità dell’acqua sorgiva”.

“Naturalmente rimane il grave problema della dispersione idrica dalle reti acquedottistiche, dal 40 al 50 % mediamente, che è intollerabile e sulla quale le amministrazioni pubbliche non sono intervenute drasticamente ed energicamente”.

Stando ai dati in possesso del Professore Ortolani, per la prossima estate non ci dovrebbere essere grossi problemi di approvvigionamento. Una notizia di non poco conto se si considera che l’irpinia è stata fino a pochi mesi fa in piena emergenza idrica. La natura tende una mano, speriamo che la politica ne approfitti individuando le risorse necessarie per avviare l’ammodernamento della rete idrica!

di Franco Ortolani, senatore M5S.